Dromedario | Corpo e Riproduzione del Dromedario | Il Dromedario e l'Uomo | Contattaci | Links

Annunci di Lavoro

Il Dromedario

Il Dromedario

Il dromedario è un artiodattilo tilopode appartenente ai Camelidi, della specie Camelus dromedarius, che trova ampia diffusione in Africa e in Asia benchè si ritiene sia originario dell'Arabia; è stato introdotto altresì in America Centrale e in Australia.

Nonostante l'apparente somiglianza con il cammello, il dromedario si differenzia da esso per la sola gobba sul dorso (il cammello ne ha, invece, due).

Il dromedario comparve per la prima volta in Arabia intorno al quarto millennio a.C. e presto fu impiegato come animale da soma per via della sua resistenza fisica anche in condizioni climatiche non particolarmente favorevoli (si pensi al caldo afoso e alla carenza di liquidi).

Dove

La robustezza e il fisico di questo animale consentiva lui di poter spostarsi su lunghe distanze, con grandi vantaggi per i beduini che vagavano in zone desertiche.

Il dromedario può, infatti, sostenere sul dorso un peso di duecento chilogrammi riuscendo a percorrere anche settanta chilometri in una giornata (proprio per tali ragioni è stato soprannominato "carovana del deserto").

Ha una lunghezza di circa tre metri e una altezza di quasi due metri e mezzo alla spalla, con un mantello in genere beige sebbene esistano dromedari dal manto marrone o tendente al bianco; il pelo è lanoso e morbido e possiede alcune frange sul groppone e sotto la gola.

La femmina del dromedario, nota peraltro per essere più mansueta oltre che per la sua capacità lattifera, partorisce un piccolo dopo dodici mesi.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Navigare Facile